Cernita dei Komono bagno nel metodo KonMari

by Ingrid
cernita komono bagno

Lo sapete che, grazie al Metodo KonMari, ed attraverso la cernita dei Komono bagno, è possibile trasformare il vostro bagno in un luogo gioioso ed ordinato? Pensate a quanto tempo potrete risparmiare nelle pulizie giornaliere ed a quanto sarà bello prendervene cura!

La cernita dei Komono bagno è la vostra occasione per passare in rassegna tutto ciò che possedete.

Una precisazione: come ho spiegato nell’articolo riguardante la Cernita dei Komono cucina,  iniziare dai Komono senza aver fatto le cernite delle categorie precedenti (Vestiti, Libri, Documenti) può essere controproducente e nel 99% dei casi porterebbe al fallimento del riordino stesso. E’ solo attraverso le cernite precedenti (non a caso di difficoltà crescente) che si affina il senso di Gioia, la capacità di apprezzare ciò che decidiamo di tenere nella nostra vita.

COSA SONO I KOMONO BAGNO E COME E’ MEGLIO GESTIRNE LA CERNITA?

Con il termine Komono bagno indichiamo tutti i prodotti ed accessori che utilizziamo per prenderci cura di noi stessi, della nostra igiene e dell’igiene della nostra casa. Si possono suddividere in:

  • Articoli per l’igiene di viso e corpo (dentifricio, spazzolino, creme, trucchi…)
  • Prodotti per il bagno (bagnoschiuma, shampoo, …)
  • Prodotti per la pulizia (detersivi, spugne, …)

Se necessitate di una lista più precisa ed esaustiva potete scaricarla qui: Check List decluttering.

Non ci rendiamo di quanti prodotti possediamo, sino a che non li vediamo tutti insieme in un unico luogo. Io per praticità, utilizzo il pavimento del bagno come superficie dove collocarli e farne la cernita.

L’ideale sarebbe fare un bel fuoritutto unico di tutte queste tre tipologie ma, in assenza di tempo, potete procedere con le singole cernite tipologia per tipologia.

Fate una bella “caccia al tesoro” in tutta casa (è probabile che teniate le scorte in altri luoghi) e radunate tutti gli oggetti appartenenti alla tipologia che state gestendo.

Iniziate buttando via le confezioni vuote ed i prodotti scaduti.

Osservate ogni singolo articolo e chiedetevi:

  • lo uso?
  • mi da gioia possederlo/usarlo?
  • lo ricomprerei se finisse?
  • da quanto tempo ce l’ho? L’ho mai usato?

Non abbiate timore a lasciare andare ciò che non amate. Lo potrete donare a qualcuno che ne saprà apprezzare le qualità.

Rispettate sempre le scelte altrui: una volta fatta la cernita dei prodotti che condividete con gli altri componenti della famiglia (shampoo, bagnoschiuma, creme, …) permettete loro di decidere se tenere tali oggetti o se lasciarli andare di comune accordo.    

Trovate il “coraggio” una volta per tutte di controllare tutti i campioncini  che avete. Fate mente locale di quando li avete ricevuti. Lo sapete che hanno una scadenza anch’essi? Addirittura inferiore rispetto alla scadenza del prodotto originale. Buttateli via se nemmeno vi ricordate da quanto li avete e donate quelli che non usate ma che avete ricevuto da poco tempo e che possono ancora essere usati.

Una volta terminata la cernita, potete procedere con la collocazione tenendo sempre bene in mente i due requisiti fondamentali che deve avere il bagno “ideale”: FUNZIONALITÀ’ e PULIZIA

Assegnate un luogo ad ogni cosa e sceglietelo considerando le vostre abitudini ed i vostri spazi.

Disponete i prodotti a seconda della categoria (simili con i simili). Non sparpagliateli in più luoghi, altrimenti non sapreste più dove riporli una volta utilizzati e non sapreste dove cercarli quando vi serviranno.

Suddividete le cose tra uso frequente e uso sporadico: riponete nei ripiani più alti o meno accessibili ciò che usate meno in modo da tenere sottomano ciò che invece usate di più. In assenza di ripiani utilizzate delle alzatine (io le ho acquistate da IKEA) in modo da sfruttare al massimo l’altezza dei mobiletti.

Iniziate a riporre gli oggetti più ingombranti (phon, piastre per capelli, …) che necessitano maggior spazio. Procedete con gli oggetti più piccoli che andranno a riempire gli spazi rimasti.

Per quanto possibile, lasciate liberi i ripiani attorno lavandino, al bidet ed alla vasca da bagno. Sarebbe meglio che anche il pavimento fosse libero da ogni oggetto, fatta eccezione per lo scopino del water, la bilancia pesapersone (se l’avete) ed il cesto dei panni da lavare. Riponete tutto nei cassetti o negli scaffali. Pulire sarà molto più veloce senza oggetti che ingombrano.    

Infine … non esagerate con le scorte! Stimate quanti giorni vi servirebbero per terminare un prodotto e calcolate quanto vi durerebbero i prodotti che avete in casa. Sono certa alcuni di voi hanno scorte per anni !

Con questi semplici passaggi sono certa riuscirete a trasformare il vostro bagno nel bagno dei vostri sogni

0 comment
2

You may also like

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

Privacy & Cookies Policy
WhatsApp chat