Cernita dei Komono cucina nel Metodo KonMari

by Ingrid
Komono cucina Konmari

Come gestire la cernita dei Komono Cucina nel metodo KonMari?

E’ ormai tempo di salutare le festività conservando in noi i ricordi di questi giorni di armonia e gioia trascorsi con le persone più care.

I pranzi e le cene in famiglia sono una tradizione: la tavola imbandita, cibi deliziosi, peccati di gola da gustare senza sensi di colpa …“Ma si, a Natale si può!”

Al supermercato si trova ogni ben di Dio, e la tentazione di acquistare più del necessario è forte.

Ora che si torna alla routine quotidiana perché non approfittare del riordino post feste per fare un vero e proprio RIORDINO di tutta la cucina?

Una precisazione: secondo il metodo KonMari iniziare dai Komono cucina senza aver fatto le cernita delle categorie precedenti (Vestiti, Libri, Documenti) può essere controproducente e nel 99% dei casi porterebbe al fallimento del riordino stesso. E’ solo attraverso le cernite precedenti (non a caso di difficoltà crescente) che si affina il senso di Gioia, la capacità di apprezzare ciò che decidiamo di tenere nella nostra vita. Trovarsi dinnanzi ad una distesa infinita di piatti, bicchieri, pentole, cibo e dover scegliere cosa ci da gioia farebbe venire l’ansia anche a Marie Kondo!

Tuttavia, sia che siate nel bel mezzo del vostro percorso di riordino KonMari, sia che siate ancora indecisi se o quando iniziarlo, condivido con voi alcuni suggerimenti pratici che sono certa vi saranno di aiuto, o almeno vi daranno delle indicazioni su come rendere la vostra cucina più ordinata, funzionale e facile da pulire! 

COSA SONO I KOMONO CUCINA E COME MEGLIO GESTIRNE LA CERNITA? 

Nel Metodo di riordino KonMari la categoria dei KOMONO (oggetti miscellanei) è la quarta, seguita solo dai Ricordi. I Komono cucina ne sono una sottocategoria ed includono:

  • Stoviglie e posate
  • Utensili per cucinare 
  • Cibo

L’ideale sarebbe fare un bel fuoritutto in un unico momento di tutte queste tre tipologie ma, in assenza di tempo, potete procedere con le singole cernite tipologia per tipologia.

Come per ogni altra categoria KonMari radunate tutti gli oggetti appartenenti alla tipologia che state gestendo. Tirateli fuori dai cassetti, dagli scaffali, dalle mensole, ovunque li abbiate collocati (cercateli anche in salotto, taverna, soffitta,…)

Osservate il loro stato, buttate via tutti gli oggetti danneggiati e che non si possono riparare, riflettete se usate davvero tutto ciò che possedete, chiedetevi se vi danno gioia e se meritano di far parte della vostra cucina “ideale”, quella che desiderate ottenere grazie al riordino. Buttate il cibo scaduto e donate quello che sapete già che non consumerete mai.

Non abbiate timore a tenere la vostra collezione preferita di 100 (più o meno) tazze: se vi danno tutte gioia e ve ne prendete cura conservatele! Allo stesso modo non abbiate timore a lasciar andare (donare, rivendere) il servizio che vi hanno regalato al matrimonio che proprio non vi piace ma che “fa brutto” dar via: in casa vostra occupa solo spazio, non vi da gioia mentre potrebbe dar gioia a qualcun altro che lo apprezzerebbe maggiormente.

RISPETTO PER GLI ALTRI

KonMari significa circondarsi di gioia, ma non è detto che ciò che da gioia a una persona la dia a un’altra. E’ fondamentale rispettare le scelte di chi condivide i nostri spazi. Una volta fatta la cernita degli oggetti condivisi (stoviglie, alimenti, elettrodomestici,…) date la possibilità anche a chi vive con voi di fare la propria cernita e permettete loro di decidere se tenere tali oggetti o se lasciarli andare di comune accordo.    

IL SERVIZIO “DELLE FESTE”

Ogni giorno merita di essere celebrato. Godetevi la gioia di usare quotidianamente quel servizio che tanto amate. Vi renderete conto che non è poi così fragile come pensate, e se ve ne prendete cura resterà con voi per sempre.  Liberatelo dallo scatolone dove lo conservate, magari avvolto in carta di giornale allo scopo protettivo, ma che se ci pensate bene soffoca gli oggetti con la conseguenza che quando li riportate alla luce non brillano più come quando li avete acquistati. Il loro scopo non è restar chiusi in una scatola, ma portar gioia a chi li utilizza.

FUNZIONALITA’ E PULIZIA

Sono le caratteristiche di una cucina “ideale”.

FUNZIONALITA’: assegnate un luogo ad ogni cosa e sceglietelo considerando le vostre abitudini, i vostri spazi. L’importante è poter vedere dove si trova ogni oggetto. Raggruppate i simili con i simili: cibo con cibo,  piatti con piatti, poste con posate, ecc… non sparpagliate oggetti simili in più luoghi, altrimenti non sapreste più dove riporli una volta utilizzati. In uno spazio ridotto una soluzione pratica potrebbe essere dividere le cose tra uso frequente e uso sporadico: riponete nei ripiani più alti o meno accessibili ciò che usate meno in modo da tenere sottomano ciò che invece usate di più. Utilizzate delle alzatine (io le ho acquistate da IKEA) in modo da sfruttare al massimo l’altezza dei mobiletti.

PULIZIA: per quanto possibile lasciate liberi i ripiani della cucina attorno ai fuochi e al lavandino. Riponete tutto nei cassetti o negli scaffali. Pulire sarà molto più veloce senza oggetti che ingombrano. Riponete le spugne e il detersivo per i piatti sotto il lavello una volta usati.      

ALTOLA’ ALLE SCORTE

Come Consulente KonMari ho avuto la possibilità di imbattermi in alcune delle scorte più numerose che abbia mai visto: chili e chili di pasta, scatolette di legumi, tonno, passate di pomodoro da sfamare mezzo mondo. Comprendo la scelta di acquistare a seconda dei vari sconti ed offerte, ma fatelo con criterio. Riempire la dispensa di prodotti pur di risparmiare qualche soldino è buono da un lato, ma che senso ha riempire uno scaffale di un solo prodotto mentre sarebbe più utile riporci più prodotti differenti in minor (ma sufficiente) quantità? Personalmente non ho scorte se non una confezione per tipo. Al giorno d’oggi i supermercati sono ovunque, e all’occorrenza sono facilmente raggiungibili in breve tempo. In questo modo avrete tutto sotto controllo e rischierete di far scadere meno prodotti.

Il mio desiderio è che riusciate a trasformare la vostra cucina in un luogo che vi dia gioia e felicità mentre cucinate, mangiate o semplicemente bevete un caffè con le persone più care.

2 comments
0

You may also like

2 comments

Il Decluttering dei Komono nel metodo KonMari - Benincasa - Blog Gennaio 13, 2020 - 9:13 pm

[…] Se volete sapere come gestire i Komono cucina leggete questo articolo : Cernite dei Komono cucina nel Metodo KonMari […]

Reply
Cernita dei Komono bagno nel metodo KonMari - Benincasa - Blog Gennaio 22, 2020 - 5:15 pm

[…] precisazione: come ho spiegato nell’articolo riguardante la Cernita dei Komono cucina,  iniziare dai Komono senza aver fatto le cernite delle categorie precedenti (Vestiti, Libri, […]

Reply

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

Privacy & Cookies Policy
WhatsApp chat