La cernita dei documenti nel metodo KonMari

by Ingrid
La cernita dei documenti

Cos’ è e come si svolge la cernita dei documenti nel metodo KonMari?

La cernita dei documenti è quella che nella maggior parte dei casi richiede più tempo. Si tende a conservare ogni tipo di documento per due motivi:

  1. Necessità (dichiarazione dei redditi, garanzie, certificati, esami medici)
  2. Timore di trovarci in difficoltà in futuro (ricevute di pagamento di multe, bollette, tasse).

… Senza contare che è difficile che i documenti ci diano gioia, elemento fondamentale per una cernita KonMari…

Marie Kondo nei suoi libri consiglia di eliminare la maggior parte dei documenti. Non dimentichiamoci tuttavia che in Giappone le leggi sono diverse dall’Italia, dove esistono delle regole ben precise a riguardo.
In rete ci sono dei siti specifici dove vengono elencati tutti i documenti ed il periodo in cui questi devono essere conservati per legge. Consiglio comunque di rivolgersi a chi di dovere (commercialista, agenzia delle entrate, notai, medici,…) per approfondimenti.

Detto ciò, fate un bel fuoritutto di tutti i documenti che possedete e procedete con la cernita. Mi raccomando: togliete tutti i fogli dalle buste, dalle cartellette…dovete passare in rassegna ogni singolo documento!
Una volta completata la cernita si passa alla collocazione.

Suddividete tutti i documenti in 3 gruppi di documenti:

  • Gestire nell’ immediato : moduli da compilare, multe o tasse da pagare, lettere alle quali rispondere…
  • Tenere per un periodo determinato : garanzie, assicurazioni, scontrini, contratti…
  • Conservare per sempre: certificati di varia natura (matrimonio, nascita, rogiti,…), buste paga (molti suggeriscono di tenerle fino alla pensione ma non sono d’accordo)…

Assegnate ad ogni gruppo un raccoglitore specifico (cercatene uno che vi dia gioia a guardarlo!). Trovategli un collocazione ben precisa nella vostra casa. Io attacco tutte le urgenze al frigorifero con le calamite per averle sempre sott’occhio ed evaderle in tempi brevissimi. , E’ anche possibile anche dedicare un contenitore apposito nel luogo di maggior passaggio per non dimenticarsene.

Il raccoglitore (o più) dei documenti da conservare per un periodo di tempo determinato deve essere collocato in un luogo accessibile. I documenti vanno riguardati un paio di volte l’anno, in modo da eliminare tutto ciò che non serve più.
Il raccoglitore (o più) dei documenti da conservare per sempre può essere collocato in un luogo meno accessibile. E’ raro che riguardiate spesso i documenti contenuti, ma nel caso in cui tali documenti servissero saprete esattamente dove trovarlo.

Le lettere ricevute, le cartoline augurali, tutto ciò che ha un valore affettivo NON fa parte di questa categoria. Conservatelo e gestitelo in seguito nella categoria dei ricordi.
I vari menu dei ristoranti take away, i volantini dei supermercati, i buoni sconto…passateli in rassegna uno ad uno. Controllate la loro validità (generalmente gli sconti e le offerte sono temporanei) e teneteli se e solo se vi possono servire realmente.

Un suggerimento: i manuali di istruzioni degli elettrodomestici spesso sono dei veri e propri libri con centinaia di pagine in diverse lingue. Io non li conservo mai perché al giorno d’oggi trovo tutte le indicazioni (e molto di più) online. Al massimo potreste tenere solo le pagine nella vostra lingua e liberarvi di quelle inutili.

2 comments
2

You may also like

2 comments

Guarino Mariella Gennaio 4, 2020 - 9:50 pm

Molto interessante

Reply
Perche fare un decluttering dei documenti ? - Benincasa - Blog Gennaio 13, 2020 - 10:27 am

[…] Volete capire come procedere nei dettagli con il decluttering dei documenti? Leggete qui : La cernita dei documenti nel metodo KonMari […]

Reply

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept

Privacy & Cookies Policy
WhatsApp chat